Menu di navigazione

Amministrazione Trasparente

Indicatore di tempestività dei pagamenti

di Lunedì, 04 Dicembre 2017
Contenuto dell'obbligo
  • Indicatore dei tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi, prestazioni professionali e forniture (indicatore annuale di tempestività dei pagamenti)
  • Indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti
Riferimenti normativi
Art. 33 d.lgs n. 33/2013 e ss.m..

DPCM 22 settembre 2014 Art. 9Definizione dell'indicatore di tempestività dei pagamenti1.      Le  pubbliche  amministrazioni  elaborano,  sulla  base   delle modalità di cui ai  commi  da  3  a  5  del  presente  articolo,  un indicatore annuale dei propri tempi medi di pagamento  relativi  agli acquisti  di  beni,  servizi  e  forniture,  denominato:  «indicatore annuale di tempestività dei pagamenti».2.      A  decorrere  dall'anno  2015,  le  pubbliche   amministrazioni elaborano, sulla base delle modalità di cui ai commi da 3  a  5  del presente articolo, un indicatore trimestrale dei propri tempi medi di pagamento relativi  agli  acquisti  di  beni,  servizi  e  forniture, denominato: «indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti».3.      L'indicatore di tempestività dei pagamenti di cui ai commi 1  e 2 del presente articolo e' calcolato  come  la  somma,  per  ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra  la  data  di  scadenza  della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data  di  pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.4.      Ai fini del presente decreto e del  calcolo  dell'indicatore  si intende per:a. "transazione commerciale", i contratti,  comunque  denominati, tra imprese e  pubbliche  amministrazioni,  che  comportano,  in  via esclusiva o prevalente, la consegna di  merci  o  la  prestazione  di servizi contro il pagamento di un prezzo;b. "giorni effettivi", tutti i giorni da calendario,  compresi  i festivi;c. "data di pagamento", la data di  trasmissione  dell'ordinativo di pagamento in tesoreria;d. "data di scadenza", i termini previsti dall'art. 4 del decreto legislativo 9 ottobre 2002,  n.  231,  come  modificato  dal  decreto legislativo 9 novembre 2012, n. 192;e. "importo  dovuto",  la  somma  da  pagare  entro  il  termine contrattuale o legale di pagamento, comprese le imposte, i  dazi,  le tasse  o  gli  oneri  applicabili  indicati  nella  fattura  o  nella richiesta equivalente di pagamento.5.      Sono  esclusi  dal  calcolo  i  periodi  in  cui  la  somma era inesigibile essendo la richiesta di pagamento oggetto di contestazione o contenzioso.6.      L'indicatore  di  cui  al  comma  1  del  presente  articolo  e' utilizzato anche ai fini della disposizione di cui all'art. 41, comma 1, del decreto-legge  24  aprile  2014,  n.  66.

L'indicatore riportato per anno/trimestre misura:

- la media dei giorni che l'amministrazione impiega per il pagamento tra la data del protocollo della fattura e la data del mandato di pagamento

2^ trimestre 2017

1^ TRIMESTRE 2017

TEMPO MEDIO DEI PAGAMENTI IV TRIMESTRE 2016

3^ TRIMESTRE 2016

Indicatore tempestività dei pagamenti 2^ trimestre 2016

Tempo medio dei pagamenti 1^ trimestre 2016

Tempestività pagamenti annualità 2016

Indicatore tempestività dei pagamenti anno 2015

1 trimestre 2018

2 trimestre 2018

3 trimestre 2018

4^ TRIMESTRE 2018

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam